martedì 31 gennaio 2017

Il mio programma di lettura per il 2017


"So many books, so little time"
Capita anche a voi di voler leggere così tanti libri e poi non saper scegliere? La mia wishlist è così lunga che ogni volta non so quale comprare prima. Così ho pensato di fare un piccolo programma di lettura che mi aiuti nella scelta di un nuovo libro. 

Ecco gli obiettivi che mi sono posta, alcuni li ho già raggiunti in questo mese e su altri ci sto lavorando: 
  • Più graphic novels: Ho iniziato da poco a leggere questo genere di libri, mi piacerebbe scoprire altri autori, storie, disegni e imparare qualcosa sul mondo dei fumetti.
  • Fuori dalla mia comfort zone: Voglio sperimentare e leggere un libro diverso da quelli che leggo di solito. Ho già scelto quello adatto a questo obiettivo: Abbiamo sempre vissuto nel castello di Shirley Jackson.
  • Editoria indipendente: Quando sono andata alla Fiera della piccola e media editoria Più Libri Più Liberi sono rimasta affascinata dalla quantità di case editrici che non conoscevo e che avevano cataloghi molto interessanti. Quest'anno punterò molto sull'editoria indipendente.
  • Una saga: Di solito preferisco i libri autoconclusivi ma a Gennaio ho finalmente letto il primo libro de L'amica geniale di Elena Ferrante. Ora non vedo l'ora di leggere gli altri tre!
  • Una rilettura: Ci sono libri che ho letto molto tempo fa e che ora non ricordo bene, hanno però lasciato un segno dentro di me. Mi piacerebbe rileggerne qualcuno per vedere se riesco a ritrovare le emozioni che mi hanno regalato allora.
  • Un libro di un autore che mi è piaciuto: Quando ho letto Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro l'ho adorato, ora voglio leggere Quel che resta del giorno per vedere se questo autore saprà farmi emozionare di nuovo.
  • Poesie: Mi piacciono molto le poesie eppure non le ho mai lette al di fuori della scuola, è ora di rimediare!
  • Un autore nordico: Conosco davvero poco la letteratura nord-europea. E' da un po' che osservo i titoli pubblicati da Iperborea, una casa editrice specializzata proprio in questo. Quando ho trovato all'usato un loro libro, non ho potuto fare a meno di prenderlo. Luce d'estate, ed è subito notte di Jon Kalman Stefansson sarà tra le mie prossime letture e poi proseguirò sicuramente con Tove Jansson.
  • Un libro sull'arte: L'arte mi interessa molto, mi piacerebbe leggere saggi che parlano di arte e di immagine e di quanto queste siano importanti per la nostra società.
  • Non fiction: E' difficile definire questo genere, non si tratta di narrazioni romanzate ma di fatti realmente accaduti e di soggetti veri. A differenza dei saggi, qui manca l'aspetto divulgativo e nozionistico. Ho appena letto Livelli di vita di Julian Barnes e a mio parere rientra nel genere non fiction, anche se la seconda parte del libro è una via di mezzo tra fiction e non fiction. Ve ne parlerò nel prossimo post perché questo libro merita una recensione, mi è piaciuto molto e voglio leggere qualche altro memoir.
Se avete dei consigli da darmi per portare a termine i miei obiettivi, scrivetemi nei commenti e ne sarò felice. 
Sono anche curiosa di sapere qual è il vostro programma di lettura :)


Se volete essere sempre aggiornati sulle mie letture e i miei acquisti libreschi 
seguitemi su Instagram e Facebook :)